ph: Francesca Cesari

Diventa Morandi

domenica 3 giugno dalle h.10 alle h.19
Casa di Giorgio Morandi Loc. Campiaro, 40030 Grizzana Morandi (BO)

Un progetto di e con: Francesca  Cesari, Rita Correddu, Maria Rapagnetta, Pina Siotto, Emilia Sintoni, Laura Ulisse

DIVENTA MORANDI è un evento performativo dedicato ad evocare e suscitare un contatto con gli ambienti della casa, gli spazi e il  paesaggio di Grizzana, luogo di esperienza artistica e di vita di Giorgio Morandi.

Il percorso proposto si articola in molteplici azioni creative in dialogo tra  loro, dalla cucina alla fotografia, dalla danza al guardare esperienziale, dalla performance al suono. Le azioni sono tese a restituire l’universo dell’artista, attraverso l’intangibile presenza della luce, del colore, delle volumetrie, di suono, di movimento e di visione, facendo così vivere un’esperienza a doppio filo,
tra il tempo morandiano e il presente.

Il pubblico potrà entrare in contatto con le diverse proposte in maniera del tutto libera, creando in tal modo una personale trama performativa senza essere vincolato ad un circuito predefinito.

DIVENTA  MORANDI Grizzana  2018, viene realizzato all’interno della 10° edizione di  IT.A.CÀ, Festival del turismo  responsabile.

Informazioni e prenotazioni
Telefono
: 329 9720882 / 348 7604127
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Info Point Comune di Grizzana: ingresso con biglietto a pagamento
N.B: data la dimensione ridotta degli ambienti è richiesta la prenotazione*

Per saperene di più
FB Diventa Morandi
Comune Grizzana Morandi
Case della Memoria
IT.A.CA’ Programma 2018
IT.A.CA’ Appennino
IT.A.CA’ – Intervista
Progetto Diventa Morandi
Diventa Morandi Fondazza
Diventa Morandi Grizzana edizione 2017

INTERVENTI

FRANCESCA CESARI > FOTOGRAFIA
Le fotografie allestite negli ambienti della casa di Grizzana suggeriscono al visitatore i gesti e le visioni che accompagnano la percezione di un’immagine e anticipano il momento della creazione artistica. Il filo conduttore di questo percorso è un’eterea presenza femminile che porta su di sé una molteplicità di aspetti: riflette infatti noi osservatori che ci addentriamo in queste stanze, come lo stesso Morandi che da quel piccolo spazio attraverso la sua visione ha creato un universo; ci riporta alle donne – la madre e le tre sorelle – che hanno sempre condiviso con il pittore le mura domestiche e così tanta vita insieme; infine vuole suggerire la grazia dell’ispirazione, che come un’epifania mostra sotto una nuova luce la realtà. (www.francescacesari.com)

RITA CORREDDU con la collaborazione di MICHELE BRAGA > INSTALLAZIONE SONORA
Un’indagine sonora sugli oggetti morandiani. Attraverso la registrazione e la composizione delle sonorità intrinseche agli oggetti scelti nel corso del tempo dall’artista, è possibile incontrare l’opera del maestro bolognese in un’esperienza di ascolto, come suono, che con le sue vibrazioni avvolge chi osserva gli oggetti e percorre i luoghi e i paesaggi vissuti dall’artista. Per potersi immergere in una personale esperienza altra di visione, in un ascolto silenzioso e interiore. (www.ritacorreddu.wordpress.com, www.michelebraga.eu)

MARIA RAPAGNETTA > OSSERVAZIONE ESPERIENZIALE*
A Grizzana nella silenziosa atmosfera della casa di Giorgio Morandi, dalla finestra del suo studio guardiamo lo stesso paesaggio che l’artista non si stancò mai di dipingere e che ritroviamo nelle sue opere. Ci si sofferma a osservare i Fienili del Campiaro e le colline che si dispiegano intorno, restando in una dimensione di attesa e ascolto. Attenti nell’esplorare il confine sottile tra guardare e vedere, tra riconoscibilità e essenza, tra apparire e mostrarsi. La finestra quindi si fa cornice dell’incontro tra paesaggio e osservatore, il guardare stesso crea l’immagine interiore come dipinta sulla tela, resta solo l’eco di una originaria domanda: cos’è ciò che guardo? (www.incontrarsinellarte.it)

Orari dei laboratori di osservazione esperienziale (Il paesaggio dallo studio di Morandi)*
Mattina: 11.00 – 11.30 / 12.30– 13.00
Pomeriggio: 15.00 – 15.30 / 16.30 – 17.00 / 18.00 – 18.30

EMILIA SINTONI > DANZA
Nello spazio aperto, antistante i Fienili, si svolge una danza silenziosa, che attraverso il movimento costante esplora alcuni principi presenti nella ricerca pittorica di Giorgio Morandi. La danza interpreta volumetrie e forme in movimento seguendo il desiderio di ordine e struttura, che emerge dalla composizione morandiana. Si creano così percorsi che compaiono come segni sulla tela, semicerchi, spazi che si avvitano, rette che delimitano… disegnando pose e figure suggerite dal paesaggio che tanto ispirò Morandi. (www.emiliasintoni.it)

PINA SIOTTO > PERFORMANCE
Il profumo del brodo che arriva dalla cucina, misto all’odore dei colori, non appartiene più all’abitazione dell’artista, può essere solo immaginato. La casa si rianima ora del profumo dei biscotti, del pane, della frutta, delle verdure, dei pilaf di riso, che con la loro intrinseca vitalità, possono rievocare le piccole “debolezze”, la curiosità culturale, i silenziosi rituali, il composto godimento di una “comune” famiglia borghese del secolo scorso, ma soprattutto una pittura che documenta l’inarrestabile fluire della luce. Intorno alla tavola si svolge una danza. Il gesto che ha il coraggio di rompere il ritmo lascia un segno sulla candida tovaglia bianca, la bozza di un possibile dipinto che sfida il tempo. (www.vegetaliana.it)

LAURA ULISSE > PERFORMANCE
Durante l’intera giornata la performer abita la stanza dell’artista e quella delle sorelle. Con la sua presenza e le sue azioni, aggiunge un senso di attesa e sospensione allo scorrere immutato del tempo: “…un tempo rallentato…”, come scrive Arcangeli, “…contro i furori dell’attualità e dei movimenti”.
Abitando i luoghi attraverso un’organizzazione compositiva, tenta di far emergere un paesaggio interiore e di svelare quelle corrispondenze che Morandi cercava tra le composizioni pittoriche e l’ambiente che lo circondava. (https://lauraulisse.wordpress.com/)