Dagli orti di Saragozza alla cucina

un progetto a cura di Pina Siotto in collaborazione con Centro Sociale 2 Agosto 1980

3 sabati pomeriggio dedicati ai vegetali a scarto (quasi)  0
3 incontri in cucina per condividere sapori, conoscenze, convivialità e... il gusto dell’autoprodurre insieme!

sabato 26 Ottobre 2019
LE TANTE PARTI DELLA ZUCCA

Il frutto più famoso della stagione autunnale. Si presta a preparazioni salate e dolci e si può consumare tutto, o quasi, dalla buccia ai semi. Di qualche varietà particolare, ancora prima della raccolta del frutto si possono mangiare anche le foglie e i fiori. Vedremo come farlo con alcune ricette curiose, per chi di questo ortaggio non si sazia mai e non vuole buttare via niente!

 

sabato 30 Novembre 2019
ORTO AUTUNNALE IN SALAMOIA ... VERSO UNA INEDITA GIARDINIERA

Dopo una visita agli Orti per vedere quali verdure offre la stagione, si prepareranno delle semplici e salutari verdure in salamoia.

I prodotti fermentati sono stai utilizzati da millenni in tutto il mondo per la conservazione del cibo. I vegetali fermentati correttamente offrono una vasta gamma di aromaticità, con una accentuazione dell’umami, il quinto gusto, che amplifica il sapore degli ingredienti di partenza, rendendoli più interessanti. Le verdure fermentate sono probiotiche, migliorano la digestione e sono state riconosciute anche dalla scienza medica come benefiche per molti problemi di salute. Un vero e proprio superfood che si può fare in casa, anche con le verdure che altrimenti andrebbero buttate.

Luogo e orario di ritrovo

Orti Comunali Saragozza – Via Saragozza n. 142 – Bologna, alle ore 15
Orario: dalle 15 alle 20. A seguire la degustazione delle cose preparate.

 

Sabato 14 dicembre 2019
SALUTIAMO L'ANNO CON UN APERITIVO FRIZZANTE E ORIGINALE

con il mixologist Charles Flamminio, mago italiano dei cocktail  e i “mangiarini” vegetali preparati dalla chef Pina Siotto

evento “family friendly” con special “BABY-aperitivo”

Portate i vostri 45 giri preferiti da mettere sui piatti di DJ Bebe la Maîtresse e DJ Soppawanda

Luogo: Centro Sociale 2 Agosto 1980 – Via Turati n. 98 - Bologna
Orario: dalle 19 alle 22

Precede l’aperitivo una lezione operativa per la preparazione dei “mangiarini” da abbinare ai cocktail.  Si utilizzeranno le verdure fermentate preparate nella lezione sui fermentati, le erbe aromatiche degli Orti di Saragozza e le parti “di risulta” degli ortaggi.

Luogo e orario di ritrovo: Orti Comunali Saragozza – Via Saragozza n. 142 – Bologna, alle ore 14
Orario: dalle 14 alle 19
PER INFO: sugli incontri di cucina chiamare il numero +39 328 036 9751
PER ISCRIZIONI: rivolgersi direttamente alla segreteria del Centro Sociale 2 Agosto 1980 – Via Turati n. 98 – Bologna (dal lunedì al sabato dalle 14 alle 18), tel. +39 338 776 0869 +39 347 936 7739, +39 333 231 0251

e-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ancescao 

ORTI SOCIALI di Saragozza, Via Saragozza 142 – Bologna

Un luogo segreto in città, custode della biodiversità.
Uno spazio urbano autogestito dagli ortolani del Centro Sociale 2 Agosto 1980 del Quartiere Porto Saragozza di Bologna.
Il frutto di un lavoro di innovazione nella continuità, una realtà comunale, testimonianza di cittadinanza attiva, socialità, benessere delle persone e dell’ambiente.

Siamo al 100% in sintonia con il nostro tempo: siamo volontariato, siamo attività sociale all’aria aperta, siamo cultura e consapevolezza ambientale, cura del bene comune, pensiero, organizzazione e partecipazione democratica” .(gli ortolani)

 

PINA SIOTTO, la docente

Cuoca, docente di cucina naturale, antropologa, autrice
... “una ricercatrice che si lascia ispirare dalle diverse espressioni della natura e dell’essere umano, dall’arte, dall’antropologia, dalle conoscenze della cucina naturale e vegetale. Vive la cucina come un laboratorio scientifico, artistico ed umano alla portata di tutti, dove è possibile allenarsi all'autonomia, alla collaborazione, alla decisione, alla scelta.

cucinare stimola la capacità di osservazione, permette di sperimentare diverse soluzioni quando si presentano degli imprevisti o si fanno degli errori, mantiene sveglia la forza immaginativa e creativa” (Pina Siotto)

 

Il Mixologist CHARLES FLAMMINIO
uno dei migliori professionisti del settore in Italia, per chi ha avuto modo di vederlo in azione, Charles sembra davvero un mago con la sua valigetta da alchimista.
Convinto che la clientela vada stupita, sia con il palato che con gli occhi, sperimenta continuamente nuove ricette, abbinando il food al beverage, mixando il meglio dei distillati con spezie, infusi, salse, per creare nuovi drinks dai sapori sempre più particolari. Gli piace lavorare con prodotti homemade, con prodotti tipici, con i tè, che rendono uniche le caratteristiche dei suoi speciali cocktail.

 Inizia a fare il barman a 16 anni nel suo paese di origine, in Molise Negli anni ha preso lezioni private da bartender accreditati come Luca Cinalli, Simone Caporale, Filippo Sisti e Claudio Peri. Senza scordare il suo grande maestro Gianfranco Pola, da oltre 15 anni brand ambassador Chartreuse.

Diverse anche le collaborazioni che il mixologist ha stretto con rinomati chef con i quali inventa drink da abbinare ai piatti o addirittura suggerendo distillati da utilizzare nei piatti creando un connubio cibo e bere quasi magico, parliamo degli stellati Gian Paolo Raschi del ristorante Guido di Rimini e Riccardo Agostini del Piastrino a Pennabilli, e ancora, Fabio Drudi della Tenuta Saiano vicino Rimini e Giuliano Oletta del Hotel Corallo di Rimini.

 “Arrivo dalla terra. Mio padre aveva 78 ettari di campi e 30 di vigna. In casa faceva il ratafià, mia madre i liquori con i frutti. Fin da piccolo sapevo cos’era il mosto d’uva e come si creavano i liquori.

Faccio ogni giorno ricerca sui prodotti, dalla frutta alle botaniche, verdure, erbe e spezie, radici e fiori, e ovviamente distillati, che posso mettere nei miei cocktail ». 

pdfProgramma: Dagli Orti di Saragozza alla Cucina478.63 KB